Premio Burano, i vincitori

Da La Nuova del 25.09.2002
Premio Burano, i vincitori

Un acquarello di Silvio Geat («Acque di una storia») è il dipinto vincitore del premio Burano 2002. Una manifestazione ormai diventata un punto fermo della cultura dell’isola e dell’intera città. Grande successo di pubblico e di artisti partecipanti (quest’anno sono stati 82). E soprattutto l’assicurazione da parte del Comune che l’edizione 2003 si terrà regolarmente e anzi sarà potenziata. Gremita la sala Cappuccine del centro civico, con Orazio Barbaro, Mario De Biasi, Annibale Tagliapietra. E il presidente del premio Emilio D’Este. «Siamo molto soddisfatti», dice D’Este, «perché questo non è un concorso, ma una mostra per invogliare la gente a dipingere. Attraverso l’arte si raccontano le tradizioni, i costumi di vita, le bellezze della natura e dei luoghi». Il vincitore avrà ora la sua opera esposta nella galleria permanente di Burano, che ospita una settantina di dipinti dei vincitori del premio, e di artisti come Barbaro, Dalla Zorza, Costantini, Memo e Senigaglia.
Oltre a Silvio Geat sono stati segnalati altri quattro dipinti: Adriana Tedesco di Verona («Schegge di luce tra vegetazione»); Sonia Zuccon di Maerne («La modella»), Valerio Perazzetta di Treviso («Riflessi d’acqua sul Piave»), Gianni D’Este «Widmann» di Venezia («Impressioni veneziane»). Tra gli altri partecipanti molti giovani, ma anche esordienti e signore di mezza età che con il Premio Burano si sono avvicinate per la prima volta alla pittura. (a. v.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *